AVVISO DI RISCHIO: IL VOSTRO CAPITALE POTREBBE ESSERE A RISCHIO

Strategie opzioni binarie

strategie opzioni binarieLe opzioni binarie hanno acquisito negli ultimi tempi una piccola fetta del trading online, conquistando milioni di trader in tutto il mondo. Si stanno infatti affermando come uno dei principali strumenti di trading ad elevato profitto, sia tra gli investitori professionisti sia tra quelli ” emergenti “.

La spiegazione razionale data da molti analisti a questo fenomeno è che gli investitori, attraverso l’investimento in opzioni binarie, possono controllare meglio il proprio portafoglio, inoltre, la gestione del rischio viene semplificata grazie alla conoscenza preventiva sia del capitale messo a rischio sia del ritorno economico.

Il money management

E’ importante però non crearsi false illusioni. Per guadagnare costantemente con le opzioni binarie è fondamentale mettere appunto una solida strategia basata in primo luogo su una corretta gestione del capitale.

Per guadagnare con le opzioni binarie bisogna porre particolare attenzione alla percentuale di capitale da mettere a rischio per ogni investimento effettuato, tale percentuale non deve mai superare il 5% del capitale totale, anzi, sarebbe meglio se ci si mantenesse entro il limite del 2%.

Quanto abbiamo accennato, altro non è che la sintesi del money management, cioè della gestione del capitale. E’ importante innanzitutto preservare ciò che si possiede, e solo in secondo luogo pensare di guadagnare e generare profitti. Il buon trader è colui che difende il proprio capitale, non perdere è già una vittoria.

Vediamo allora di comprendere i tre punti essenziali per attuare un buon money management:

  • Denaro che si dispone
  • Importo per singolo trade
  • Investimento singolo su Capitale totale

Prima di aprire qualsiasi conto di trading, che sia per le opzioni binarie, per il forex o per altri affascinanti strumenti, è importante chiedersi: Di quanto capitale dispongo? 100€, 200€, 10.000€?

E’ importante sapere in anticipo del capitale che si dispone, perché questo dovrà essere messo a rischio e quindi può andare perduto. Il denaro che non puoi permetterti di perdere, non deve assolutamente far parte del capitale di trading. Il capitale di trading deve essere formato da denaro che puoi farne a meno, o quantomeno, non indispensabile alla vita di tutti i giorni o per coprire eventuali necessità o urgenze.

Detto ciò, è chiaro che se disponi di soli 50€, diventa difficile ipotizzare di poter iniziare a fare trading con le opzioni binarie. Esistono broker che consentono di aprire conti anche con soli 100€, ma secondo noi, 100€ non sono sufficienti per attuare un buon money management, e adesso lo vedremo.

Il secondo elemento da considerare è l’importo minimo che si intende utilizzare per aprire una posizione. Desideri fare trading con importi di 100€ alla volta oppure di 5€? Se pensi di voler fare grossi investimenti è impensabile aprire un conto con soli 200€, se invece pensi che rischiare 5€ per volta sia sufficiente, allora anche 200€ potrebbero bastare, ma già siamo veramente al limite.

Abbiamo detto che un buon money management prevede di non investire più del 2-5% del capitale in una singola operazione. Se vogliamo attenerci a questa regola, significa che prima di aprire un conto dobbiamo sapere con certezza:

  • Quanto capitale disponiamo?
  • Qual’è il deposito minimo del broker?
  • Quanto devo sborsare per fare un trade?

Ipotizziamo di possedere 100€, quindi cerchiamo un broker con conto minimo da 100€. Benissimo! Adesso ipotizziamo di attuare una gestione al 5%, questo vuol dire che ad ogni singolo trade non possiamo impiegare più del 5% di 100€. Il 5% di 100€ corrisponde a 5€. Perfetto, sappiamo che dobbiamo investire massimo 5€ per singola operazione.

Cavolo! Ci accorgiamo che il broker che abbiamo scelto ha un trade minimo di 10€!

Ecco, questo è un esempio di ciò che non deve accadere mai: Dovete sempre avere la possibilità di utilizzare il money management scelto.

Quindi, in conclusione, abbiamo imparato che prima di aprire un conto con un broker di opzioni binarie è fondamentale scegliere il livello di money management ( se principiante consigliamo un 2-4%, se leggermente più esperto anche un 5%). Decisa la percentuale di capitale che si intende investire sulla singola operazione, si procede a selezionare quel broker che ci consenta di attuare tale scelta. Esistono infatti broker con depositi minimi di 100€ e trade minimi di 10€, ma anche broker con depositi minimi di 100€ e trade minimi di 5€, oppure broker con depositi minimi di 250€, ma trade minimi di 1€.

Per la scelta del broker che meglio si addica alle vostre esigenze, non vi resta che prendere visione della sezione dei broker di opzioni binarie. Troverete anche un confronto per deposito minimo, trade minimo e tipologie di opzioni binarie proposte.

Strategie per opzioni binarie

In questo sito abbiamo sviluppato alcune strategie per opzioni binarie che trovate alla categoria Strategie Opzioni Binarie. Vi basta consultarle e scegliere quella che ritenete più interessante. Di seguito vogliamo però illustrarvi una strategia con media mobile a 5 periodi e la straddle.

Prima di iniziare, se avete necessità di strategie più professionali e di alto livello, vi consigliamo di visitare il sito opzionibinariestrategievincenti.com, all’interno troverete strategie sulle opzioni binarie per diversi time-frame e sviluppate per guadagnare con differenti tipologie di opzioni binarie.

Vediamo adesso due strategie di trading in opzioni binarie, tenendo sempre presente che per ognuna va considerata la regola di money management sopra esposta.

Per mettere appunto le strategie vi serve un software di analisi dei prezzi, come ad esempio la Metatrader.

La strategia che stiamo per illustrarvi funziona perfettamente su questi due broker:

24-option-logo
banc swiss
STRATEGIA DELLA MEDIA MOBILE A 5 PERIODI ED RSI

La media mobile a 5 periodi rimane uno degli indicatori migliori in analisi tecnica e, seppur non esente da falsi segnali, da ottimi risultati se associata ad un buon money management. Per attuare questa strategia bisogna investire su mercati molto volatili. Il forex è il mercato migliore e di certo quello più volatile, quindi, consigliamo di investire prevalentemente in opzioni binarie con sottostante EUR/USD.

Le opzioni da considerare devono avere una scadenza di 5 minuti, il grafico candlestick va impostato con time frame M5 e la media mobile deve essere settata a 5 periodi.

Si ha il segnale di entrata quando l’RSI esce da uno dei due estremi, quando esce dall’estremo di iper-comprato (cioè quando le curve si trovano in fase di notevole crescita ma stanno per invertire il trend) si acquista una opzione Put, quando esce dall’estremo di iper-venduto si acquista una opzione Call.

STRADDLE

Lo straddle è una particolare strategia che si utilizza sia per diminuire il rischio di investimento sia per aumentare la percentuale di guadagno, a differenza delle altre strategie questa non si basa su alcun indicatore, ma sfrutta la possibilità di combinare due diverse opzioni binarie. Per utilizzare la strategia dobbiamo prima assicurarci di essere in the money con l’opzione binaria call o put acquistata, a questo punto si procede come segue:

Si acquista una opzione binaria con lo stesso sottostante, e con la medesima scadenza ( le due opzioni devono scadere nello stesso momento ), ma opposta alla precedente, ad esempio, se abbiamo acquistato una opzione di tipo put ora acquisteremo una Call e viceversa.

ESEMPIO OPERATIVO

Acquistiamo una opzione call sul titolo Apple che quota 100€, investiamo 100€ nell’opzione con scadenza a 15 minuti e aspettiamo che vada in the money.

Compriamo una opzione di tipo put sul titolo Apple con scadenza a 10 minuti quotata 105€ ( considerando che entro 5 minuti la prima opzione sia già in the money ), vi investiamo sempre 100€.

POSSIBILI ESITI

1. Il prezzo resta nell’intervallo 100-105
In questo caso entrambe le opzioni saranno in the money ed avremo, nel caso in cui per ogni opzione sia previsto il 75%, un guadagno di 150€.

2. Se il prezzo sale sopra i 105€ o scende sotto i 100€ avremo una sola opzione in the money, con una perdita del 25% che si riduce al 10% nel caso in cui il broker preveda il rimborso del 15% di capitale.

3. Una delle due opzioni si trova in pareggio, ossia, il prezzo di apertura è uguale a quello di chiusura, in tal caso l’altra opzione sarà sicuramente in the money e guadagneremo il 75%.

CONCLUSIONI

Come puoi notare vi sono molte strategia che si possono utilizzare per ottenere guadagni costanti con le opzioni binarie, sono tutte funzionanti e testate, ma bisogna tenere conto che va rispettata la regola esposta all’inizio dell’articolo e cioè che non va mai investito più del 5% del capitale.

Investire significa giocare sulle probabilità a favore, quindi, non si vince sempre, e neppure sarebbe importante, la cosa che conta è che su 100 operazioni di investimento almeno il 60-65% vadano a buon fine.

One Response to Strategie opzioni binarie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *