AVVISO DI RISCHIO: IL VOSTRO CAPITALE POTREBBE ESSERE A RISCHIO

Rimborso perdite o tasso di assicurazione delle opzioni binarie

opzioni binarie rimborso

Le opzioni binarie si basano in linea generale sulla logica del tipo o tutto o niente, ciò vuol dire che in caso di vincita si ottiene un ritorno che oscilla a seconda della tipologia, tra il 70% e l’85%, mentre in caso di perdita si perde il denaro scommesso, un po’ come fosse una scommessa appunto. Tuttavia, alcuni broker, per quanto riguarda le opzioni binarie Alto/Basso, rimborsano in alcuni casi una parte delle perdite.

Il rimborso viene anche chiamato tasso di assicurazione, tasso di rimborso o di restituzione e termini similari che indicano comunque la stessa cosa. Il rimborso oscilla generalmente tra il 10% ed il 15%. Non può raggiungere percentuali più elevate perché il rendimento di una opzione binaria Alto/Basso abbiamo detto aggirarsi attorno al 70-85%.

E’ conveniente un rimborso sulle perdite?

Beh, a parità di condizioni e rendimenti, è chiaramente più conveniente un broker che garantisce un rimborso rispetto ad un altro broker che invece non lo prevede. Se il broker A paga dei payout del 70% ma non ha rimborso, mentre il broker B paga dei payout sempre del 70% ma ha un rimborso del 15%, è scontato affermare che il broker B è più conveniente del broker A.

La difficoltà nel decidere quale dei due broker è più conveniente emerge nel momento in cui i broker pagano rendimenti e rimborsi differenti. In questo caso bisognerebbe fare due calcoli, sulla base soprattutto delle proprie performance medie, e poi decidere.

Ad esempio, se il broker A paga un rendimento del 85% renza rimborso, mentre il broker B paga un rendimento del 70% ma con rimborso del 15%, quale dei due broker è più conveniente? La convenienza in questo caso è soggettiva e non più oggettiva. Vediamo un esempio:

Ipotizziamo di aver aperto 10 posizioni con trade da 10€, di queste, 4 le abbiamo indovinate, mentre le rimanenti 6 le abbiamo sbagliate. Vediamo i risultati ottenuti con entrambi i broker:

1. Broker A (85% – 0%)

  • Guadagni  4 x 10€ x 85% = 34€
  • Perdite  6 x 10€ = 60€
  • Perdita netta 60€ – 34€ =  26€

2. Broker B (70% – 15%)

  • Guadagni  4 x 10€ x 70% = 28€
  • Perdite  6 x 10€ = 60€
  • Rimborso 6 x 10 x 15% = 9€
  • Perdita netta 60€ – 28€ – 9€ =  25€

Dal nostro esempio risulta che con entrambi i broker siamo andati in perdita, ovviamente, con sole 4 posizioni positive non poteva essere diversamente. Tuttavia, sebbene il primo broker abbai pagato rendimenti maggiori rispetto al secondo broker, con il primo broker le perdite sono state superiori. Il motivo è dipeso dal fatto che il broker B ci ha rimborsato il 15% dei 60€ investiti, questo ci ha permesso di recuperare i maggiori profitti pagati dal broker A.

Da questo esempio deduciamo che:

  • Se il trader possiede una percentuale media del 60% o superiore di posizioni positive, ha maggiore convenienza a scegliere il broker A
  • Se il trader possiede una percentuale media inferiore al 60% di posizioni positive, ha maggiore convenienza a scegliere il broker B.

Tenete conto però che si tratta solo di percentuali indicative, e solo alle condizioni sopra esposte, infatti, nella maggior parte dei casi ci troveremo con risultati completamente diversi.

Questo significa che non sempre potremo scegliere tra rendimenti del tipo profitto 85% e rimborso 0%, oppure profitto  70% e rimborso 15%, sarà più facile vedere situazioni del tipo 75%/0% o 65%/15%.

Inoltre ricordiamo che il rimborso sulle perdite non viene mai pagato sulle opzioni binarie a brevi scadenze, quali ad esempio, 30, 60, 90 secondi, 2 e 5 minuti.

Meglio il rimborso sulle perdite o rendimenti più elevati?

Per fare un confronto prendiamo come riferimento il broker Anyoption, le cui opzioni Alto/Basso hanno sempre lo schema 70%/15%, cioè, rendimenti del 70% in caso di successo e rimborso del 15% nell’ipotesi di insuccesso. Tutti gli altri broker invece, preferiscono offrire rendimenti compresi tra il 70% e l’85% ma senza tasso di assicurazione. In breve, se su Anyoption il tasso di assicurazione è sempre del 15%, sugli altri broker è solitamente dello 0%.

Ipotizziamo di investire 10€ su una singola posizione per un totale di 10 posizioni.

Totale capitale investito 100€

 Come leggere la tabella

  • V: Indica le posizioni vinte
  • P: Indica le posizioni perse
  • Rosso: Tenuto conto delle posizioni vinte e di quelle perse, ci indica se abbiamo subito una perdita netta.
  • Verde: Tenuto conto delle posizioni vinte e di quelle perse, ci indica se abbiamo ottenuto un profitto netto.
Schema 4V-6P 5V-5P 6V-4P 7V-3P 8V-2P
Anyoption -23€ -7,5€ 8€ 23,5€ 39€
70%/0% -32€ -15€ 2€ 19€ 36€
73%/0% -30,8€ -13,5€ 3,8€ 21,1€ 38,4€
75%/0% -30€ -12,5€ 5€ 22,5€ 40€
78%/0% -28,8€ -11€ 6,8€ 24,6€ 42,4€
80%/0% -28€ -10€ 8€ 26€ 44€
83%/0% -26,8€ -8,5€ 9,8€ 28,1€ 46,4€
85%/0% -26€ -7,5€ 11€ 29,5€ 48€

Analisi dei Risultati in Tabella

Anche se in via indicativa, la tabella ci offre importanti informazioni.

4 vincite e 6 perdite

E’ facile notare che quando si ha una media di vincita bassa, 4 su 10, quindi al 40%, non c’è rendimento che tenga, il rimborso sulle perdite fa davvero comodo, con Anyoption ad esempio si perdono 23€, in tutte le altre situazioni da 26€ a 32€. Ovviamente, non abbiamo ipotizzato situazioni peggiori del tipo 3Vincite e 7Perdite o anche 2V-8P, in questo caso il gap sarebbe stato notevolmente superiore e la convenienza di utilizzare Anyoption ancora maggiore.

E’ vero che il nostro obiettivo deve essere quello di realizzare dei profitti, ma nei primi periodi, quando l’esperienza è bassa, non è difficile ritrovarsi in situazioni del tipo 3-4 vincite su 10.

5 vincite e 5 perdite

Andiamo avanti con la nostra analisi e saliamo di un gradino, raggiungiamo la situazione 5V-5P. Questa è una situazione di pareggio, ovvero, vinciamo lo stesso numero di posizioni di quelle che perdiamo, tuttavia, non è sufficiente per realizzare dei profitti, quindi rimaniamo ancora in perdita. Anche in questo caso, lo schema Anyoption è quello che ci fa perdere meno, solo l’acquisto di opzioni al 85% di profitto ci farebbe raggiungere gli stessi risultati.

6 vincite e 4 perdite

Quando la percentuale di vincita sale al 60% si iniziano a vedere i primi frutti: con tutti gli schemi guadagniamo, lo schema 70%/15% di Anyoption è battuto solo da rendimenti superiori al 80%.

Ci dispiace dirvi queste cose, però, la maggior parte dei trader non riesce a raggiungere percentuali medie di vittoria superiori al 60%, quindi, questa è la fascia che più dovrebbe interessarvi, e comunque, se rimanete in questa fascia siete già dei trader vincenti. Ciò che potete fare è quello di ottimizzare i vostri rendimenti.

Adesso però non pensate di riuscire ad aprire posizioni tutte al 83-85%, infatti, payout di questo genere non sono proprio comuni tra le opzioni binarie Alto/Basso. Come abbiamo più volte ricordato, i rendimenti delle opzioni Alto/Basso oscillano tra il 70% e l’85%, ma non sono tutti al 70% oppure al 85%. Per capire quanto affermiamo, osservate lo screenshot in basso, si tratta dei payout di 24option.

Come potete notare, benché il broker 24option sia uno di quelli con i rendimenti più elevati, nel momento in cui abbiamo scattato la nostra foto, nessun asset presenta un payout del 85%, anzi, uno solo raggiungeva l’82% mentre un’altro l’81%, tutti gli altri pagano rendimenti al di sotto della soglia del 80%. Questo ci dovrebbe far capire che ancora lo schema Anyoption è il più conveniente.

24option opzioni confronto

7 vincite e 3 perdite

Se arrivate a questa media, il vostro sorriso dovrebbe essere davvero a 32 denti, siete dei bravi traders. Lo schema Anyoption è molto vicino ai rendimenti 75%-78%, quindi, già in questa situazione, un trader furbo potrebbe iniziare a pensare di preferire rendimenti più elevati al rimborso del 15%.

8 vincite e 2 perdite o migliore

Se arrivate a questa media, o addirittura riuscite a fare meglio, il vostro obiettivo dovrebbe essere quello di far crescere i profitti privileggiando senza ombra di dubbio quei broker con rendimenti più elevati, anche se mancano di rimborso.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *