AVVISO DI RISCHIO: IL VOSTRO CAPITALE POTREBBE ESSERE A RISCHIO

Consigli per l’investimento in opzioni binarie one touch

Opzioni binarie one touch

Le opzioni binarie one touch rappresentano certamente la tipologia di opzioni binarie che offre maggiori guadagni in termini di percentuale, basti pensare che con una sola opzione binaria one touch si può guadagnare anche il 500% del capitale investito, ovviamente, per ottenere percentuali così alte bisogna sudare un po’ e non è affatto semplice, soprattutto per i trader alle prime armi.

La cosa che va detta è che nelle opzioni binarie one touch è il broker a scegliere la quota che il prezzo dovrebbe toccare per permettere al trader di portare a casa i guadagni, quindi, non ci si deve aspettare che tale quota sia facilmente raggiungibile, anzi, sarà sicuramente statisticamente poco probabile. Ma allora investire in opzioni binarie one touch è inutile? Niente affatto, bisogna solo fare attenzione ad alcuni parametri.

Come valutare la convenienza di una opzione binaria one touch

Per valutare la convenienza di una opzione binaria one touch dobbiamo partire dalla quota che il broker ha impostato e che il prezzo dovrebbe raggiungere per consentirci di chiudere in the money. Una volta segnata la quota dobbiamo riportarla su grafici più “seri”, ossia, dobbiamo andare a prendere una piattaforma, come ad esempio Metatrader, in cui possiamo valutare bene l’andamento del prezzo.

Segnata la quota che il prezzo dovrebbe raggiungere dobbiamo verificare che vi siano le seguenti premesse:

  • Non ci sono resistenze importanti prima della quota da raggiungere (caso in cui la quota si trova sopra al prezzo attuale);
  • Non ci sono supporti importanti prima della quota da raggiungere (caso in cui la quota si trova sotto al prezzo attuale);
  • Il prezzo attuale non è in fase laterale;
  • L’oscillatore RSI non si trova in iper-comprato (in caso di quota sopra al prezzo attuale);
  • L’oscillatore RSI non si trova in iper-venduto (in caso di quota sotto il prezzo attuale);
  • Non vi siano dati macroeconomici che possano influenzare negativamente la riuscita dell’investimento;
  • Se il prezzo è in tendenza verso la quota non vi devono essere segnali di indebolimento come ad esempio volumi bassi o formazioni di inversione/indecisione;

È difficile che vi siano queste premesse, anche perché la quota è stata calcolata per essere poco probabile, ma certamente può capitare che vi sia un errore da parte del broker e perciò vale la pena, a fronte di un guadagno che può moltiplicare il capitale investito per 5 volte, verificare tali premesse ogni settimana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *